Il digital signage è una forma di comunicazione di prossimità sul punto vendita. Il problema è da sempre di tipo tecnico. Caricare video, audio, programmare le sequenze. Ecco la proposta dio Tailoradio.

a cura di Davide Pellegrini
Tailoradio, produzioni video e audio per lo store empowerment e per il client engagement. Intervista a Massimo Petrella, Ceo del gruppo.

Quando nasce l’idea e come hai fatto a individuare uno spazio di mercato per servizi così customizzati?

Tailoradio è nata due volte, la prima 14 anni fa sull’idea di creare “Brand Radio”, ovvero radio web e In Store per grandi marchi, caratterizzate da un elevato tasso di qualità e personalizzazione. La seconda nascita 5 anni fa, capendo che i negozi necessitano di un approccio alla comunicazione e al coinvolgimento dei clienti più integrato e ricco, che coinvolga più sensi del solo udito e più finalità della promozione e atmosfera: in una parola strumenti per la Retail Experience più che solo della Comunicazione In Store. Da qui la nuova nascita di Tailoradio come tech company votata allo sviluppo di piattaforme per gestire audio, video, luci e ogni altro strumento di interazione in modo orchestrato e personalizzabile sul singolo negozio e singolo cliente. Con massicci e costanti investimenti in R&D, ben oltre il 10% del fatturato, che oggi ci ha portato ad essere uno dei protagonisti del mercato della Retail Experience.

 

Il digital signage è una forma di comunicazione di prossimità sul punto vendita. Il problema è da sempre di tipo tecnico. Caricare video, audio, programmare le sequenze. Voi proponete soluzioni cloud. Ci spieghi il valore aggiunto di questa convergenza di tecnicalities? 

La nostra è una scelta che si fonda su due principi: la semplicità di utilizzo, che deve sempre essere posta al centro di ogni soluzione sviluppata per il marketing delle aziende, e la leggerezza tecnologica, che deve permettere ai reparti tecnici delle aziende la più facile ed economica adozione degli strumenti. Non a caso la nostra piattaforma proprietaria di digital signage si chiama videoMOOD, Digital Signage made easy! Una piattaforma cloud based per gestire al meglio l’aggiornamento dei contenuti video da remoto e possibilità di gestire l’uploading da parte di account con diversi livelli di accesso e modifica dei file. In più, la comodità di un unico repository, che raccoglie i materiali e li distribuisce ai Client di destinazione. Un unico caricamento di un contenuto sarà sufficiente ad una delivery indirizzata a una moltitudine di monitor, con gestione ottimizzata, con Client che riceveranno solo i contenuti adatti allo specifico formato del monitor, ad esempio il formato 4K se il monitor è 4k, o un full HD verticale se il monitor è appunto ruotato in modalità Portrait. Semplice no? 

Vorrei parlare del valore dei servizi di Tailoradio. Mi spiego: quanto è importante per uno store rafforzare la propria identità con un efficace modo di comunicare? Video e musica possono davvero aiutare a costruire il giusto mood e rendere un brand riconoscibile?

Oggi l’esperienza di acquisto è cruciale per un brand nei suoi punti fisici di contatto con i clienti. Ecco perché l’accento si è spostato sull’arricchimento della Retail Experience, mettendo al centro il cliente e integrando diverse soluzioni multimediali. In questo quadro sono in fortissima crescita gli investimenti per il rinnovamento dei punti vendita, dove video, musica e ancor di più una nuova cultura della progettazione degli spazi integrati con questi strumenti tecnologici sono pensati per veicolare ai visitatori i valori dei brand, mixando segni di identità con intrattenimento e promozione.

Voi, oltre alle soluzioni tecnologiche vi occupate anche della parte di produzioni video e sound design. La multisensorialità passa, quindi, per il design di un format. Come avviene questo processo e chi realizza le produzioni?

Per Tailoradio, un Solution Provider è vincente se si pone come interlocutore di riferimento per i Retailer, con la capacità di dare risposte ad ogni livello della comunicazione In Store. Fornire servizi come Radio In Store e Digital signage, significa allora essere anche in grado di dare, in una unica soluzione, contenuti di qualità, a prezzi competitivi. Abbiamo quindi dedicato un’area della nostra struttura alla produzione di contenuti audio, dalla creatività alla realizzazione, oltre ad acquisire One Vision, la società del gruppo Tailoradio specializzata in produzioni e post-produzioni video, animazioni grafiche 2D/3D e localizzazioni internazionali. Il risultato è un totale controllo della catena del valore, dallo strumento di fruizione di un contenuto multimediale, al contenuto stesso! Ma altrettanto importante è il supporto sin dalle fasi della progettazione degli store format, dove sempre più spesso ci confrontiamo con architetti e progettisti e non solo con Marketing e IT.

 

Un ambiente costruito ad hoc può davvero aiutare i negozi a coinvolgere emotivamente un cliente e spingerlo a comportamenti di acquisto e consumo diversi?

Certamente, anche se la dinamica che regola il rapporto tra cliente e negozio può essere letta da due punti di vista, entrambi importanti da interpretare. Da un lato, la capacità del punto vendita di sorprendere e coinvolgere, influenzando la shopping experience degli utenti, dall’altro, l’identificazione e l’analisi del comportamento e dei bisogni dei visitatori, per adattare al meglio la comunicazione In Store. Su questo punto stiamo sempre più integrando strumenti dedicati alla misurazione nel punto vendita, per conoscere al meglio i clienti presenti in negozio, ma anche valutare in modo puntuale le performance di ogni area del punto vendita, in diverse fasce orarie.

 

 

 

SIMILAR ARTICLES

0 46

NO COMMENTS

Leave a Reply