Sempre più visual a Natale

Il Visual merchandising è la capacità di comunicare qualcosa senza parlare; talvolta persino di emozionare, quando è veramente eccellente.Il Natale è un’occasione particolare che fa emergere ricordi legati a vie illuminate e vetrine scintillanti.

Il tema natalizio è sempre stato il più atteso, da coloro che si occupano dell’identità visiva di uno store; l’obiettivo è mettere in atto tutta la creatività per rendere l’atmosfera più “immersiva” possibile, catturare l’attenzione e far scattare un regalo d’impulso.

Gli elementi che contraddistinguono questo tipo di allestimento, sono quelli presenti anche durante gli altri eventi dell’anno: illuminazione, colori, scenografia… ma tutto, viene potenziato al massimo!

Alcuni Brand uniscono cosi fortemente la propria Identità al Natale, da essere immediatamente riconducibili a tale periodo; basti pensare ai Marchi più famosi di oggettistica per la casa o di giocattoli per i bambini. Ma la “magia” del momento è così forte che anche i settori merceologici di primo impatto più lontani, come il DIY o il giardinaggio, vengono coinvolti e riescono a trasferire un calore il più delle volte inespresso.

Quali sono gli appuntamenti imperdibili per gli shopper più attenti?

In Italia, per esempio, le vetrine natalizie di “La Rinascente” diventano autentiche opere d’arte, fotografate più di celebri monumenti storici. Tra i must have, impossibile non citare le vetrine natalizie dei grandi mall nelle grandi città all’estero, come “Harrods” a Londra o “Macy’s” a New York; queste appaiono come qualcosa di veramente grandioso e per chiunque opera nel Retail è naturale rimanere affascinati, anche solo attraverso la visione di un semplice scatto fotografico.

Ovviamente in questo periodo, il fascino dei “prodotti di valore”, come i più noti Brand di gioielli, viene enfatizzato dalle scenografie più originali ed evocative; tra questi, una citazione particolare per il “Luna park Cartier”, perfetta raffigurazione di un evergreen natalizio.

E per il Natale di quest’anno, anche il principale player mondiale degli acquisti on-line, ha deciso di trasmettere fisicamente il proprio calore tramite l’apertura del temporary store “Amazon Xmas”; lo spazio è stato studiato per consentire ai visitatori di scoprire la propria selezione di prodotti natalizi, attraverso percorsi in ambientazioni suggestive e realtà virtuali esclusive.

Gli elementi fondamentali da tenere in considerazione per un visual natalizio

In ogni visual natalizio, c’è innanzitutto lo studio di un messaggio; questo potrà essere più o meno elaborato, ma sempre punterà ad entrare in contatto con il nostro emisfero destro del cervello, specializzato nell’elaborazione visiva delle immagini.

Successivamente c’è la ricerca dei supporti espositivi, in grado di tramutare in realtà quella che è solo un’idea; nel farlo è opportuno che il potenziale cliente, in ognuno di questi, riconosca un tratto caratteristico dell’insegna. Potrà essere un’illuminazione di design, un materiale o un colore scelto; tutto contribuirà a rendere distintiva la propria immagine e far percepire il livello di attenzione dedicato nella cura dei dettagli.

Molto importante, infine, è l’utilizzo della multisensorialità per enfatizzare la visita in store; la sperimentazione in prima persona di suoni e profumi presenti in allestimenti interni, rafforzerà la sensazione di benessere provata ed innescherà un sistema virtuoso di “passaparola positivo”.

I Retailer vincenti a Natale, ma non solo, saranno quindi quelli che avranno la capacità di tramutare un modesto ingresso in store, in un’esperienza che “lascia traccia” e desiderio di riviverla.Molte volte, sono solo vetrine; qualche volta, trasmettono belle ispirazioni; poche volte, trasmettono emozioni belle che durano nel tempo.

Merry Visual Christmas a tutti!

About the Author

Senior Retail Consultant di Cavalieri Retail, è riferimento nell’ambito visual merchandising e store communication.
Dal 1997 ha collaborato con le principali Aziende che operano nel retail per sviluppare progetti marketing finalizzati al potenziamento della identità visiva dei Brand.
Trainer di moduli formativi che declinano le linee guida dei processi operativi retail, nei principali settori merceologici presenti nel mercato.
Docente di master specialistici nelle principali Business School e Università italiane.