PHARMA E BENESSERE, IL FUTURO DELLA FARMACIA

Avete presente quelle file in farmacia interminabili e tremendamente noiose? Avete presente il senso di frustrazione e delusione quando, una volta arrivato finalmente il vostro turno, venite liquidati in due secondi senza troppi chiarimenti sul farmaco acquistato?

Beh, per la maggior parte delle 18.800 farmacie distribuite sul territorio italiano, questo modello di servizio è inesorabilmente destinato al fallimento. La farmacia intesa come mero “distributore” di farmaci, infatti, non combacia più con le aspettative del nuovo cliente.

Le esperienze vissute nell’ultimo anno ci hanno reso dei clienti più esigenti. Oggi vogliamo maggiori rassicurazioni, più garanzie e informazioni prima di acquistare un farmaco o un prodotto per la nostra salute.

Per venire incontro ai nuovi bisogni delle persone, il settore del Pharma si sta evolvendo in fretta verso nuovi paradigmi.

Quale sarà il futuro per il settore farmaceutico?

Prevediamo tre possibili traiettorie:

  • Metamorfosi dello spazio

Al posto della classica dinamica “ingresso-bancone-uscita” in cui la figura del cliente viene appiattita e privata delle attenzioni necessarie, la farmacia del futuro potrà avere un ruolo e un aspetto diverso, in cui le esigenze dei consumatori saranno al centro del modello; passando così da una farmacia di dispensazione a una farmacia di relazione.

Un luogo più “aperto” alla consulenza anche in ambito green, beauty, sport e benessere. Uno spazio in cui poter trovare informazioni utili e consigli personalizzati per la propria salute, ma anche dove poter eseguire gli accertamenti più “semplici” come, ad esempio, le analisi del sangue o delle intolleranze, diventando a tutti gli effetti un centro polifunzionale.

  • Il nuovo ruolo del farmacista

Durante la pandemia ci siamo resi conto di quanto, il canale farmaceutico, svolga un ruolo di primaria importanza nella rete di assistenza territoriale, diventando, talvolta, un punto di riferimento per i cittadini. Pertanto, nella farmacia del futuro, anche il ruolo del farmacista cambierà, trasformandosi in consulente della salute.

Il suo compito non sarà più solo legato alla vendita del farmaco, ma sarà sempre più orientato a fornire cure di base ai pazienti con problemi semplici e a diffondere una maggiore consapevolezza nelle persone sul tema della salute, dispensando consigli utili sui corretti stili di vita da seguire. Oltretutto, con la diffusione dei dispositivi tecnologici in grado di rilevare alcuni parametri vitali come il battito cardiaco o la pressione, i farmacisti potranno servirsi di tali informazioni per aiutare i pazienti ad identificare cure più idonee e mirate.

La rivoluzione digitale

Nei mesi scorsi abbiamo trasferito online buona parte degli acquisti e anche molte delle funzioni informative e di relazione (pensiamo al boom dell’uso di videochiamate, chat, social media). Questi punti di contatto digitali, con cui hanno familiarizzato molti pazienti, sono strumenti utili per comunicare, dare servizi e attuare modelli misti di vendita.

Una soluzione efficace per rinforzare le vendite e offrire nuovi servizi,  utilizzando il canale online, potrebbe essere la consulenza via web. Laddove non sia possibile recarsi fisicamente in farmacia, il cliente può “incontrare” il farmacista in videochat. Durante la videochiamata l’esperto individua la problematica del paziente e lo indirizza verso la cura più efficace. Il prodotto poi potrà essere acquistato direttamente online scegliendo la consegna a domicilio o il ritiro in farmacia.

Dunque, proprio come in molti altri settori, il futuro della farmacia sarà sempre più phygital.

Quello del pharma è un mercato che cresce ogni anno e che vuole essere vicino alle esigenze di una popolazione che ha sempre più bisogno di risposte ai propri problemi di salute. Per questa ragione, la fase che stiamo attraversando deve essere colta come un’occasione per crescere ed evolvere.

Del resto, non tutto il male viene per nuocere: dalle ceneri della pandemia potrebbe nascere un nuovo concetto di farmacia. Una farmacia dalla dimensione più umana, in grado di valorizzare il rapporto con il paziente, sfruttando l’utilizzo della .

About the Author

Riferimento nell’ambito retail training e KPI analysis di Cavalieri Retail.
È alla continua ricerca di come trasformare i numeri in comportamenti di successo.