Tra previsioni di trasformazione del settore e necessità di risolvere alcune criticità messe in risalto dal mercato, il pharma si prepara a entrare in una nuova era. Alcuni punti salienti.

a cura di redazione

Cliccando su questo link sarà possibile scaricare l’ultimo report Eleman Trust Barometer Healthcare 2019 che conferma di fatto le tendenze messe in evidenza dall’articolo, con la sintesi dei punti salienti del settore farmaceutico monitorati nel 2018.

La trasparenza

Il Barometro Fiduciario Edelman del 2018 ha descritto il calo di fiducia dei consumatori nell’industria farmaceutica, con un minimo del 38% che ha indicato il settore come il meno affidabile delle 15 industrie monitorate da Edelman. Pazienti, clienti, gli stessi politici hanno una visione critica sull’industria e chiedono regole di trasparenza, sia per quanto concerne l’effettiva provenienza dei farmaci e la loro composizione sia rispetto a una corretta informazione sulle modalità di sperimentazione clinica. I produttori di farmaci, impegnati anche in attività di ricerca e sviluppo, devono trattare la trasparenza in ogni fase del processo clinico. Sono previste penalità e sanzioni per chi non rispetta le regole sul trattamento dei dati e sulla produzione di report.

C’è da considerare in effetti, grazie anche a questa nuova era di digital media, che tutta l’industria si sta via via spostando verso una maggiore esposizione per tutte le parti interessate, qualcosa che cambierà radicalmente il modo stesso di organizzare la pharma retail industry.

La personalizzazione dei trattamenti

Il 2018 è stato un anno importante nella medicina personalizzata, che rappresenta una dinamica di cambiamento nel modo in cui i farmaci vengono gestiti. Guardando al 2019, è evidente che siamo solo all’inizio del potenziale della medicina personalizzata. I pochi trattamenti approvati sul mercato, come nel caso dei CAR-T per il settore oncologico, dimostrano le difficoltà di commercializzazione, anche a causa degli elevati costi per il paziente e per gli assicuratori.

Nonostante ciò, i trattamenti  CAR-T e altri strumenti personalizzati e di precisione rimangono un’evoluzione promettente per l’industria del farmaco. È necessario lavorare per rendere sostenibile queste pratiche e fare in modo che possano rappresentare un mercato conveniente.

L’innovazione e la R&S

Con l’avvento di medicinali personalizzati e di precisione,  l’innovazione terapeutica nel settore farmaceutico è entrata in una specie di rinascita. Ma, anche con terapie rivoluzionarie nello sviluppo di farmaci, l’attività di ricerca e sviluppo sta entrando in gravi difficoltà. Negli ultimi 20 anni, studi hanno mostrato un allarmante calo dei rendimenti degli investimenti in R&S in tutto il settore, al punto che gli analisti prevedono un ROI dello 0% nel giro di pochi anni. Non c’è per ora una strategia per risolvere questo problema. Ai leader di settore si chiede perciò di essere ancora più meticolosi nella valutazione delle attuali pratiche e metodologie. Sfruttare le nuove tecnologie certamente può essere una via, ma la crisi richiederà approccio più complesso, con processi di cambiamento a medio-lungo termine e nuovi standard organizzativi.

Il rispetto dei dati

L’integrità dei dati non è nulla di nuovo nel settore farmaceutico. Certo, negli ultimi anni è cresciuta l’enfasi da parte del FDA e altre normative che controllano il rispetto dei dati. Il compito, per quel che concerne i dati,  è aggravato da due tendenze chiave: 

1) il settore farmaceutico sta sempre più abbracciando funzionalità digitali e raccogliendo e memorizzando dati per via di più touchpoints;

2) il passaggio alla medicina personalizzata ha bisogno di raccogliere un numero sempre maggiore di informazioni, vista anche la delicatezza e l’importanza di alcuni trattamenti medici. 

Gli strumenti del digitale possono aiutare le organizzazioni a gestire meglio i dati assieme a una cultura della qualità e dell’analisi di feedback in un’ottica di customer experience.

Il dibattito sui prezzi

In un settore già critico, i legislatori e i pazienti/utenti analizzano i costi dei trattamenti e cercano di fare luce su un modello di medicina personalizzata strettamente connesso al controllo del prezzo dei farmaci. Mentre il 2018 ha visto molti produttori evitare gli aumenti dei prezzi, per il prossimo futuro si prevede un aumento della quota della spesa sanitaria complessiva per la medicina di prescrizione. Una delle tendenze è il maggiore senso di responsabilità e di intervento riguardo l’informazione commerciale e gli spot pubblicitari, con il fine di mantenere un controllo coerente e strutturato su un mercato che, prima di essere un settore di consumo, è un asset della produzione intimamente connesso al benessere dell’utente.

SIMILAR ARTICLES