Lo shopping on line cambia, e eBay, il più grande market place della rete, cerca di intercettare il cambiamento, immaginando che forme assumerà domani.

Per esempio quelle dell’inconscio, ovvero di ciò che più emoziona il cliente, individuato attraverso canali non scontati quali quelli delle reazioni a stimolazioni come l’arte, lontana dai prodotti in senso stretto.
Una dimostrazione di cosa che potrebbe diventare il processo decisionale in un futuro prossimo si è avuta nei giorni scorsi a Londra, dove il colosso del commercio on line ha invitato giornalisti ed esperti del settore a una esperienza per certi aspetti sorprendente, nell’ambito della campagna intitolata Colora il tuo shopping, lanciata anche in Italia da qualche settimana. A tutti è stato messo un dispositivo per l’elettroencefalogramma del tutto non invasivo messo a punto dal partner MyndPlay, costituito da una fascia con un velcro da montare sulla parte superiore del cranio, e un piccolo morsetto con un filo attaccato all’orecchio, ed è poi stato chiesto di osservare opere d’arte contemporanea provenienti dalla Saatchi Gallery (https://www.saatchigallery.com/) molto diverse per soggetto, tonalità cromatica e tipologia, dopo una fase di taratura con alcuni giochi elettronici osservati passivamente oppure eseguiti attivamente su tablet.

Ai partecipanti è stato è stato chiesto di soffermarsi almeno tre minuti davanti a ogni opera, in modo che il dispositivo per l’elettroencefalogramma potesse registrare una quantità sufficiente di informazioni provenienti dalle reazioni inconsce.

Alla fine, in base soltanto alle emozioni suscitate dalle diverse opere, ognuno ha ricevuto una sua personalissima shopping list, ovvero un elenco di prodotti acquistabili su eBay calibrato in base alla personalità e al vissuto del cliente. Così, per esempio, se ci si era soffermati davanti a un quadro che ritraeva il mondo, l’elenco prevedeva articoli da viaggio; se invece l’attenzione era stata focalizzata su un quadro astratto dai colori freddi (verde e blu), indicativi di un desiderio o di uno stato di calma, tra i consigli vi erano articoli per il trekking nella natura o attività rilassanti quali un massaggio o, ancora, se l’opera che aveva attratto più attenzione era stata una che rappresentava una visione classica, tra i prodotti della lista figuravano oggetti di antiquariato e di lusso.

See full story on Lo shopping dell’inconscio | Nova