Intervista a David Fiegl, HR Retail Manager The Estée Lauder Companies

Ogni azienda rappresenta una realtà specifica ed unica sia in termini di organizzazione, sia per le esigenze delle persone che la compongono.

Recentemente la nostra azienda, Cavalieri Retail, collabora con The Estée Lauder Companies sul progetto “Retail Business Academy” costituito da tre moduli i formativi, focalizzati ad allenare le competenze trasversali e tecniche degli Area Manager.

David Fiegl, HR Retail Manager ci racconta in questa intervista gli obiettivi del progetto.

Nell’ultimo periodo The Estée Lauder Companies ha cambiato il proprio modello di Go to Market. E’ da qui che nasce l’esigenza di affinare le competenze delle proprie persone?

In parte, negli ultimi anni abbiamo dato sempre più importanza alle iniziative in ambito formativo dedicate a chi lavora nei nostri punti vendita, con l’obiettivo di portare le persone provenienti da brand diversi ad un livello omogeneo di padronanza delle competenze retail elevando, di conseguenza, la qualità della Customer Journey dei nostri consumatori. Focalizzandoci su percorsi formativi specifici per ruolo abbiamo ritenuto opportuno uscire dalle mura del negozio ed agire su chi è diretto responsabile del loro sviluppo: gli Area Manager. In tal senso, la riorganizzazione ha rappresentato la scintilla che ha permesso a questo progetto di prendere vita e di creare un’occasione anche per queste figure di fermarsi un attimo e spostare il focus sulla propria consapevolezza di sé, mettere in discussione il proprio punto di vista ed insieme porre le basi ad un modo di operare che sia “corporate”.

Gli Area Manager hanno già preso parte al primo dei tre moduli formativi in programma, quali sono state le prime impressioni?

Tutte le persone coinvolte nell’iniziativa hanno dimostrato sin da subito una forte curiosità in merito al progetto, curiosità che si è presto trasformata in entusiasmo e partecipazione attiva durante le attività d’aula. Le prime impressioni raccolte al termine dei lavori sono state tutte più che positive, specialmente per la praticità dei temi trattati e la possibilità, per loro, di poter mettere in uso gli insegnamenti dal giorno successivo. In effetti, a distanza di un solo mese, ho potuto personalmente constatare come alcuni di essi hanno già provato a modificare il proprio comportamento nella gestione quotidiana delle attività, integrando i concetti emersi dalle giornate di .

Quali sono le sue aspettative riguardo al progetto “Retail Business Academy”?

Quando progetto iniziative di training mi pongo come obiettivo la realizzazione di un percorso in grado di accompagnare le persone in un “viaggio di sviluppo” che permetta loro di acquisire dei preziosi strumenti che possano aiutarli nello svolgere più facilmente il proprio lavoro. La “Retail Business Academy” si pone esattamente questo obiettivo: accompagnare i nostri Area Manager verso una migliore comprensione di ciò che l’Azienda richiede dal ruolo ed uniformare le competenze retail tra persone provenienti dalle diverse divisioni aziendali. Tutto ciò attraverso tappe con un orizzonte temporale di ampio raggio e piattaforme online su cui continuare la collaborazione in attesa dell’appuntamento successivo.

Secondo la sua esperienza, al giorno d’oggi, quanto è importante la formazione per un’azienda che vuole rimanere competitiva a livello di mercato? 

Direi essenziale, in un mondo in cui ogni consumatore ha di fronte a sé moltissime opportunità online ed offline, l’“high touch” delle persone può rappresentare la differenza nel processo decisionale di acquisto. La formazione è il modo attraverso cui possiamo dare, alle nostre persone, i giusti strumenti per assicurare ad ogni cliente una eccellente esperienza di acquisto.

In un progetto formativo quindi la vera sfida è individuare i bisogni del team per sviluppare modelli di training personalizzati. Progettare la formazione su misura significa mettere al centro la persona riflettendo il brand e i suoi obiettivi.

 

About the Author

Si occupa di Social Media Management e Digital Communication presso Cavalieri Retail.
Appassionata di Customer Experience e dei modelli di acquisto nelle nuove generazioni.