Il vantaggio delle conversazioni

a cura di redazione
Vladimiro Mazzotti

Il marketing conversazionale è entrato in una nuova era con i chatbot. Ma c’è già chi, come Zerogrado è già alla fase successiva. Usare le conversazioni come strumento di contenuti per attrarre clienti. Lo abbiamo chiesto al co-founder Vladimiro Mazzotti.

Nel mondo del retail si è passati dall’aggressività delle strategie pubblicitarie alla convinzione di dover lavorare in modo più accorto e curato sulla gestione delle dinamiche conversazione. Nell’epoca dell’AI e del machine learning, l’engagement può diventare straordinariamente importante. Che ruolo ha la tecnologia in questo processo? 

La tecnologia ha un ruolo centrale, ha cambiato radicalmente il modo di fare pubblicità perché innanzitutto ha aperto nuovi canali di comunicazione con i consumatori, e poi ha introdotto nuove modalità di interazione sui contenuti. Si è iniziato a parlare di conversazioni e di intrattenimento, perché sono i primi indispensabili passaggi che avvicinano il consumatore al brand. Oggi, come sempre, una strategia pubblicitaria vincente non può che passare da una altissima qualità dei contenuti, sui quali, grazie alla continua evoluzione del digitale, è poi fondamentale costruire dinamiche di engagement per massimizzare il ROI.

Si parla moltissimo di integrazione di chatbot ai propri canali social o altre piattaforme di marketing digitale. Eppure, la maggior parte delle pagine ne fa un uso molto spesso semplificato e standardizzato di semplice spiegazione didascalica. L’inbound marketing prevede invece azioni di content strategy, di social media marketing e di ottimizzazione dei processi di lead acquisition. Quali soluzioni in più avete previsto?

In Zerogrado massimizziamo i benefici intrinsechi derivanti dall’utilizzo delle piattaforme di messagistica, ma lo facciamo in una logica differente dal chatbot “tradizionale”, che si limita a creare un nuovo contenitore di contenuti fruibili in logica “pull”, e che ha mostrato tutti i suoi limiti in tema di retention degli utenti. La nostra piattaforma utilizza i messaggi in logica esclusivamente “push” portando gli utenti su micro interazioni, molto veloci ed ingaggianti, studiate in una logica di content strategy ampia che coinvolge anche i social media, con il risultato di creare engagement e potenziare la lead acquisition.



In che modo il potenziamento delle tecniche digitali di conversazione e marketing posso aiutare il mondo del retail? Come fanno alcuni sofisticati tools digitali a garantire la fidelizzazione dell’utente in una dinamica di loyalty? 

Qui entra in ballo in secondo ingrediente della nostra soluzione, la gamification. Se l’utilizzo delle piattaforme di messagistica ci permette di raggiungere gli utenti con una reach del 100%, le interazioni con cui creiamo l’engagement sono basate sulla gamification, che in buona sostanza, consente ai brand di premiare la fedeltà del cliente in maniera totalmente personalizzabile e in una dinamica di comunicazione privata, intima ed altamente percepibile come esclusiva. E questo approccio si sposa perfettamente con le esigenze del mondo del retail, dove le dinamiche di loyalty sono ben note, ma sul cui potenziale Zerogrado può aprire nuovi orizzonti.

Zerogrado for Sports

C’è un elemento davvero importante nella vostra offerta. La gamification, di cui si parla ormai moltissimo. In cosa consiste e come viene realizzata? 

Tutto nasce da una considerazione che condividiamo con i nostri clienti: “one huge fanbase is a huge fanbase of ones”. Se si vuole costruire fedeltà di lungo termine bisogna personalizzare la conversazione, premiare le interazioni in maniera che sia percepito il valore del singolo consumatore. Usando la gamification noi offriamo ai brand uno strumento molto potente per misurare passione e fedeltà verso la marca, e per creare quel senso di appartenenza che è il terreno più fertile possibile per massimizzare le conversioni, noi lo chiamiamo Power to Belong.

Evoluzione delle Chatbot

I vostri prossimi progetti? 

Stiamo costruendo una piattaforma per l’engagement che si arricchirà di tanti nuovi moduli di interazione con gli utenti, per allargare il ventaglio delle soluzioni e quindi per venire incontro a esigenze specifiche dei vari mercati in cui operano i nostri potenziali brand clienti, in Italia e all’Estero.

Siamo per definizione aperti e agnostici, ci adattiamo alle tecnologie e ai canali mainstream di ciascuna area geografica, cogliendo ogni opportunità che gli scenari di comunicazione digitale, in continua evoluzione, via via propongono.



Vladimiro Mazzotti, Experienced CEO, Entrepreneur, Consultant. Advisor and mentor for several startups and corporations in Europe. Successful managerial experience in Italy, EU and ASIA among various industries (consumer electronics, telco, retail, ecommerce, fashion, food/nutrition, sport, fitness).