Brunello Cucinelli e l’utopia Solomeo

a cura di Michela Turco

La fiducia nell’esperienza e nella qualità dei prodotti italiani, sembrano essere un’arma potente per combattere la crisi. Tuttavia, non è solo una questione di qualità: in gioco ci sono anche la nostra storia antica e i nostri saperi. Il “Made in Italy” rappresenta un buon punto di partenza, ma è pur sempre una comunicazione da far esplodere, ampliare e dettagliare.

A questo riguardo, approfondiamo il caso di Brunello Cucinelli. L’imprenditore, che ha avuto la grande intuizione di colorare il cashmere, è diventato uno tra i più grandi produttori mondiali. “Il re del cashmere” da anni parla molto di recupero delle tradizioni e dei legami con il territorio.

Per questo, nel 1985, ha deciso di riunire nel borgo medievale di Solomeo, un borgo medievale, la famiglia e la stessa attività imprenditoriale, per “rendere il lavoro più umano e mettere l’uomo al suo centro”. In questa rocca medievale vi risiedono gli uffici ed i lavoratori dell’azienda. Gli operai vivono all’interno del borgo, realizzando un modello di azienda autosufficiente:

Ho ascoltato la parola sapiente e commossa di san Francesco, San Benedetto, Kant, Marco Aurelio, Socrate, Seneca, e ho capito che il valore economico è nullo senza quello umano, dal quale pertanto il primo non può prescindere”.

Cucinelli, definito l’imprenditore filosofo, è impegnato in una continua ricerca del Bello, i prezzi dei suoi vestiti sono il risultato della sua produzione iperlocale, dell’artigianalità e dell’utilizzo di materie prime che provengono da fonti sostenibili. La produzione, dislocata sul territorio italiano, avviene in laboratori altamente specializzati. Il Made in Italy esprime la massima attenzione alla qualità della materia prima, accompagnata da grande manualità e cura del dettaglio.

Il modo di fare impresa di Brunello Cucinelli riscopre i valori umani e segue il trend Back to the Origin, in cui il saper fare italiano torna protagonista.

Tale filosofia viene poi riportata nei punti vendita, dove si respira armonia, creatività e grande artigianalità italiana.