Amazon, il "negozio tutto", da sempre manca di una delle principali categorie: i farmaci da prescrizione. Per risolvere questo bug, la compagnia ha recentemente acquisito PillPack.

a cura di redazione



Amazon, il “negozio tutto”, da sempre manca di una delle principali categorie: i farmaci da prescrizione. Per risolvere questo bug, la compagnia ha recentemente fatto un’acquisizione da 1 miliardo di dollari di PillPack, una nota farmacia su Internet.

L’idea, a sentire gli esperti, è che Amazon si stia preparando a vendere farmaci da prescrizione nel mercato online,  creando uno speciale team ad hoc.

Per Amazon, la farmacia rappresenta un’opportunità di mercato multimiliardaria, ma è anche un settore molto complicato che darà vita a un’aspra battaglia per la leadership, viste anche le intenzioni dell’agguerrita concorrenza di mantenere alti i prezzi dei farmaci.

Dal suo canto Amazon, con le sue dimensioni, la sua influenza e la sua esperienza nel settore della supply chain, potrebbe trovare una soluzione vincente.  Ad esempio, gli sconti e i conti di risparmio sanitari, che consentirebbero alla compagnia strategia di pricing molto aggressive. Con queste agevolazioni, gli utenti potrebbero vedere coperti i costi delle proprie spese mediche.

In una dichiarazione a CNBC, Amazon si è detta”entusiasta di annunciare” la funzione che consente agli acquirenti di utilizzare le loro carte di debito.

Con l’assorbimento di PillPack, nell’estate 2018, Amazon ha dichiarato il suo interesse ad aggiungere medicinali da prescrizione al proprio mercato. PillPack comunque, allo stato attuale, non è stato completamente integrato in Amazon e opera ancora in modo indipendente.

I farmaci da prescrizione sono un prodotto notoriamente difficile da offrire, data la complessa rete di intermediari che siedono tra il produttore di farmaci e la farmacia. Per vendere medicinali soggetti a prescrizione medica, Amazon dovrà collaborare con intermediari, noti come responsabili delle prestazioni farmaceutiche, al fine di ottenere l’assicurazione del cliente.

Amazon, il “negozio tutto”, da sempre manca di una delle principali categorie: i farmaci da prescrizione. Per risolvere questo bug, la compagnia ha recentemente fatto un’acquisizione da 1 miliardo di dollari di PillPack, una nota farmacia su Internet.

L’idea, a sentire gli esperti, è che Amazon si stia preparando a vendere farmaci da prescrizione nel mercato online,  creando uno speciale team ad hoc.

Amazon si organizza per il pharma retail

Per Amazon, la farmacia rappresenta un’opportunità di mercato multimiliardaria, ma è anche un settore molto complicato che darà vita a un’aspra battaglia per la leadership, viste anche le intenzioni dell’agguerrita concorrenza di mantenere alti i prezzi dei farmaci.

Dal suo canto Amazon, con le sue dimensioni, la sua influenza e la sua esperienza nel settore della supply chain, potrebbe trovare una soluzione vincente.  Ad esempio, gli sconti e i conti di risparmio sanitari, che consentirebbero alla compagnia strategia di pricing molto aggressive. Con queste agevolazioni, gli utenti potrebbero vedere coperti i costi delle proprie spese mediche.

Amazon ha acquisito PillPack

In una dichiarazione a CNBC, Amazon si è detta”entusiasta di annunciare” la funzione che consente agli acquirenti di utilizzare le loro carte di debito.

Con l’assorbimento di PillPack, nell’estate 2018, Amazon ha dichiarato il suo interesse ad aggiungere medicinali da prescrizione al proprio mercato. PillPack comunque, allo stato attuale, non è stato completamente integrato in Amazon e opera ancora in modo indipendente.

I farmaci da prescrizione sono un prodotto notoriamente difficile da offrire, data la complessa rete di intermediari che siedono tra il produttore di farmaci e la farmacia. Per vendere medicinali soggetti a prescrizione medica, Amazon dovrà collaborare con intermediari, noti come responsabili delle prestazioni farmaceutiche, al fine di ottenere l’assicurazione del cliente.

SIMILAR ARTICLES